Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.

News & Eventi

15/07/21 | Omaggio ad Astor Piazzolla | Cuarteto del Misterio

Nel centenario della nascita di Astor Piazzolla, il Cuarteto del Misterio ricorderà il grande musicista argentino, attraverso originali interpretazioni di alcuni dei suoi più celebri capolavori.

 

Giovedì 15/07

Omaggio ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita
Cuarteto del Misterio

Marco Gemelli, bandoneon
Paolo Angelucci, violino
Michele Di Toro, pianoforte
Claudio Marzolo, contrabbasso

 

➤ IL CONCERTO – Ore 21.30

Il “Cuarteto del Misterio” nasce da un idea del fisarmonicista e bandoneonista Marco Gemelli.
Il gruppo è composto da quattro affermati musicisti abruzzesi, che hanno in comune la passione e l’ammirazione per il celebre compositore Astor Piazzolla.
L’intento del quartetto è quello di esplorare con rielaborazioni e adattamenti le pagine più belle scritte da questo grande autore e di catapultare gli ascoltatori nel mondo del cosiddetto “Nuevo Tango”, genere dalle caratteristiche spiccatamente latine per le melodie e per i ritmi che lo animano, ma meno vincolato dai canoni del tango tradizionale e quindi terreno fertile per una improvvisazione in chiave jazzistica.  Il “Tango” grazie ad Astor Piazzolla si emancipa dall’etichetta di genere esclusivamente da ballo, elevandosi ad un livello superiore e divenendo quindi musica da ascolto a tutti gli effetti. Il compositore esprime nelle sue opere una grande varietà di sentimenti: nostalgia, violenza, tristezza, amore, odio, rabbia, calma, in una sequenza che riesce a penetrare profondamente l’intimità d’animo dell’ascoltatore; la musica può finalmente comunicare ciò che le parole spesso non sono in grado di esprimere.

(Note biografiche e approfondimenti in fondo alla pagina)

 

➤ LA CENA – Ore 20.00
Cena pre-concerto “Porteña” a cura di Octofood cucina itinerante.

Il menù della serata:

  • Sandwich di gambero argentino
  • Empanadas di verdure
  • Spiedino di asado con chimichurri
  • Risotto argentino (pollo e patate)
  • Dolcino di “leche” al cucchiaio

 

INFO E PRENOTAZIONI

Solo concerto (ore 21.30) ➤ € 12
(Prenotazione consigliata – Posti limitati)
Calice di spumante di benvenuto incluso nel prezzo

Cena + concerto (ore 20.00) ➤ € 34
(Prenotazione obbligatoria)
Calice di spumante di benvenuto incluso nel prezzo


Prenotazioni sul circuito Vivaticket, online su www.vivaticket.com oppure presso il nostro punto vendita.
In caso di maltempo la serata sarà riprogrammata

ONLINE ➤ ACQUISTA IL BIGLIETTO

Tel 071 9030054
info@fattorialeterrazze.it

 

DOVE SIAMO

Corte della Fattoria Le Terrazze
Via Musone 4 – Numana (Ancona)
Tel  071 9030054

 

CALENDARIO EVENTI LUGLIO-AGOSTO 2021

 


NOTE BIOGRAFICHE E APPROFONDIMENTI

Marco Gemelli
https://www.facebook.com/profile.php?id=100010145678059

Nato a Penne (PE) nel 1983, ha intrapreso lo studio della Fisarmonica Classica all’età di 7 anni sotto la guida del M° Claudio Calista. Dopo la prematura scomparsa del M° Calista ha proseguito gli studi con il M° Cesare Chiacchiaretta e si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di musica “Luisa D’Annunzio” di Pescara sotto la guida del M° Claudio Jacomucci.
Ha partecipato a corsi di perfezionamento con alcuni degli insegnanti più riconosciuti nel campo fisarmonicistico mondiale come Eugenia Marini e Massimiliano Pitocco. E’ risultato vincitore del Primo Premio Assoluto in numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali:
Capistrello (AQ), Morro D’Oro (TE), Magliano dei Marsi (AQ), Baragiano (PO), Caramanico (PE), Latina, Rieti, Lanciano (CH), Montese (MO), Termoli, Loreto Marche (AN), Poggio Rusco (MT), Spoltore (PE), Tollo (CH). Nel 2003 è vincitore del Premio speciale offerto dall’Associazione Culturale “Mantice Armonico” quale migliore italiano partecipante al Concorso Internazionale “Città di Castelfidardo”. Nel 2004 e nel 2006 viene scelto come rappresentante dell’Italia alle Coppe Mondiali di Fisarmonica Classica “CIA – IMC – UNESCO” svoltesi rispettivamente a Pontarlier (FRANCIA) e ad Asker (NORVEGIA).
Ha una costante attività concertistica sia in qualità di fisarmonicista che di bandoneonista. E’ stato uno dei componenti dell’attivo gruppo fisarmonicistico “Accord’Ance”, con il quale ha partecipato ad alcune delle più importanti Rassegne Concertistiche Nazionali ed Internazionali come “MusicaRivaFestival”, “Settimana Mozartiana”, “Nei Suoni dei Luoghi”, Brindisi Classica, Amici della Musica di Ragusa, Ente Luglio Musicale Trapanese, Etruria Classica, ecc…  Ha collaborato in qualità di solista con l’ “Alma de Tango Orquestra” diretta dal M° Manfredo Dorindo Di Crescenzo, con il quale ha proposto in molte città italiane un programma interamente dedicato al compositore argentino Astor Piazzolla.  E’ stato uno dei componenti del “Trio Sin Palabras” insieme a Maria Gabriella Castiglione (pianoforte) e Alberto Biondi (percussioni). Ha inciso un disco dal titolo “Recordando a Piazzolla” con il pianista Michele Di Toro e il contrabbassista Roberto Pomili. E’ fondatore e Solista del “Cuarteto del Misterio” ed è membro del Trio “Los Colores del Tango”. Ha al suo attivo collaborazioni con i maestri Luis Bacalov (premio Oscar per la colonna sonora del film “Il Postino”) e Giovanni Bacalov per i quali ha registrato le musiche originali , composte appositamente dal M° L. Bacalov, per lo spettacolo teatrale “Napoletango”. Nel 2015 ha collaborato in qualità di fisarmonicista e bandoneonista con l’Orchestra della Svizzera Italiana di Lugano, diretta dal M° Markus Poshner. Sempre nello stesso anno si è esibito in qualità di solista con il quartetto della filarmonica “Mihail Jora” di Bacau (Romania). Ha tenuto concerti in Italia, Russia, America, Romania, Svizzera, Austria, Portogallo e Lituania. Si è esibito in qualità di solista con importanti orchestre come l’Orchestra Sinfonica di San Remo, l’Orchestra Sinfonica “città di Grosseto”, l’Orchestra Filarmonica della Calabria, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, l’Orchestra I Giovani Accademici, l’Orchestra Filarmonica di Stato di Tomsk (Russia), l’Orchestra Sinfonica di Krasnoyarsk (Russia), l’Orchestra Filarmonica di Bryansk (Russia), l’Orchestra Filarmonica Mihail Jora di Bacau (Romania), Orchestra Filarmonica di Botosani (Romania), la Lubbock Symphony Orchestra (Texas) ecc…
Nel 2017 ha eseguito in prima esecuzione assoluta i brani “La Vita delle Cose” di Renzo Ruggieri per fisarmonica e Orchestra Sinfonica; “Il Mondo Nuovo” di Petri Makkonen per fisarmonica e Orchestra d’Archi e “In Nomine Terrae” di Cesare Chiacchiaretta per fisarmonica e Orchestra d’Archi, quest’ultima composizione è stata eseguita durante la 70° Coppa Mondiale di Fisarmonica svoltasi ad Osimo (AN). Nel 2018 ha eseguito in prima esecuzione assoluta il brano per fisarmonica classica “Il Bosco Incantato” di Renzo Ruggieri E’ ideatore e direttore artistico  ell’International Accordion Week. Da anni fa parte delle giurie di alcuni dei concorsi Internazonali di Fisarmonica più importanti al mondo come il Premio Internazionale di Castelfidardo, le selezioni nazionali per la Coppa Mondiale e il Trofeo Mondiale di Fisarmonica, la Semana del acordeon di Alcobaça (Portogallo), ecc…  E’ stato docente di Fisarmonica presso la Scuola Civica “A. Cipollone” di Fara San Martino (CH) dal 2007 al 2010. E’ stato docente di Fisarmonica presso l’Istituto Comprensivo di Spoltore (PE).  E’ docente di Fisarmonica presso la Scuola Civica Musicale di San Giovanni Teatino (CH). E’ docente di Fisarmonica presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ).

 

Paolo Angelucci
https://paoloangelucciofficial.altervista.org/

Intraprende sin da piccolo lo studio del violino sotto la guida del nonno, il M° N. Valentinetti, studiando successivamente con F. Mezzena, A. Anselmi, E. Pellegrino, I. Grubert, M. Mumelter, N. Beilina in Italia e in Svizzera e musica da camera con i Maestri E. Hubert, L. Cerroni e P. Di Egidio. Diplmatosi nel 2001, nel 2007 e nel 2011 si laurea cum laude in Discipline Musicali (Indirizzo Interpretativo – Compositivo in Violino e Musica da Camera) presso la facoltà di Teramo e nel 2009 in Didattica Strumentale. Ha studiato Direzione di Coro con il M° J. M. Sciutto e Direzione d’Orchestra con il M° A. Melchiorre. Vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, si è esibito nella doppia veste di solista e direttore con orchestre nazionali ed estere.
Ha tenuto tournèe in Ungheria, Svizzera, Francia, Spagna, Russia, Belgio, Lituania e Germania. La critica tedesca lo ha definito “dotato di un suono che commuove…” (Heilbronner – Stimme); e ancora “[…] Paolo Angelucci ha un modo personale di suonare pieno di temperamento […]. Nelle sue mani energiche e sensibilissime il violino si sostituisce al bel canto e il suono acquista vita propria […]” (Rhein – Necker Stimme). Ha effettuato registrazioni per R.A.I.1, R.A.I.2 e R.A.I.  International, oltreché per emittenti televisive locali, collaborando con artisti di fama internazionale: R. Cocciante, Ron, L. Willis, M. Quarta, M. Maisky. Ha al suo attivo incisioni per Gallirecords, GPM, BluRecords, Buena Suerte, AdS Produzioni e EvenTea. È attualmente spalla dell’Orchestra da Camera Città di Ortona “G. Albanese”, Orchestra d’Archi L’ACCADEMIA DELLO SPETTACOLO, della N.O.A., dell’ Ensemble “A. Lecouvreur” , Orchestra Sinfonica FONDERIE SONORE e dell’Ensemble Accademia Harmoniae. È violinista del Cuarteto del Angel e dei Tea for Four e Direttore dell’Orchestra I GIOVANI ACCADEMICI di Ortona e della WE CARE ORCHESTRA di Chieti, con cui ha tenuto concerti in Italia, Belgio e Germania. Compositore e arrangiatore ha scritto musiche per il Teatro del Krak, l’Assodeon Teatro, per l’EMF e per la favola musicale EXTRAVARIUS della musicologa Donatella Melini in occasione della biennale di Liuteria nel Mezzogiorno 2009. Svolge attività didattica presso la SMIM “G. Chiarini” di Chieti e Scuole Superiori del comprensorio teatino. È direttore artistico dell’Accademia dello Spettacolo, presso la quale tiene corsi di perfezionamento di violino classico e violino jazz. Suona su uno strumento di scuola cremonese del 1700 e su strumenti del liutaio S. Valentinetti, del liutaio A. Ozon e del liutaio C. De Guglielmo.

 

Michele Di Toro
https://www.facebook.com/micheleditoropianista/

Michele Di Toro si diploma con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale presso il Conservatorio “L. D’Annunzio ” di Pescara e consegue il Diploma d’Esecuzione all’unanimità, presso L’Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” di Parigi. Prosegue gli studi richiesti dal pianismo “classico” ma viene presto inf1uenzato dai linguaggi musicali afroamericani che lo portano a frequentare i Civici Corsi d i Jazz a Milano . La sua avventura jazzistica passa per il Ragtime e per le pagine dei grandi pianisti dello “stride” ed è ispirata soprattutto dalla sensibilità musicale e dall’improvvisazione di Jarrett. La tecnica e le conoscenze acquisite con gli studi classici ed una innata capacità d’improvvisazione gli consentono di interpretare autori classici con un linguaggio contemporaneo e prevalentemente jazzistico. Vince numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il Premio per Pianisti Jazz “F. Gulda”, ed ottiene una nota di merito al Concorso Interazionale “Martial Solal” a Parigi. Oltre che in piano-solo, si esibisce ed incide in duo, trio, quartetto ed orchestra, registrando ampio consenso di pubblico e di critica; nel 2005 forma u n trio che porta i l suo nome, con Yuri Goloubev al contrabbasso (www.yurigoloubev.com) e Marco Zanoli alla batteria (www.marcozanoli.it), proponendo composizioni originali e rivisitazioni di standard jazzistici. Si è esibito con vari artisti, tra cui Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Franco Cerri, Irio De Paula, Alain Caron, Barbara Casini, Tiziana Ghiglioni, Roberto Prosseda e l’Ensemble di archi e fiati della Berliner Philarmonica Orchestra.  Ospite di varie rassegne e festival, tra cui Umbria Jazz, Settimana Mozartiana di Chieti, Iseo Jazz, Festiva l Jazz di Santiago del Cile e  Mozartiana Festival di Danzica. Si è esibito nei teatri , negli auditorium e nei jazz-club delle principali città italiane e di alcuni paesi esteri tra cui Francia, Germania, Svizzera, Turchia, Cile,  Finlandia , Gran Bretagna e Canada. E’ stato ospite di importanti trasmissioni televisive e radiofoniche e, dal 2012, è testimonial dell’UNICEF.
Nel mese di settembre dell’anno 2014 è stato nominato Direttore Artistico della “Nuova Scuola Comunale di Musica – Città di Montesilvano”.
Il 2 giugno 2015 ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

 

Claudio Marzolo
https://www.claudiomarzolo.it/

Diplomato in Contrabbasso presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, dopo aver svolto il tirocinio, approfondisce e completa la propria preparazione musicale ed artistica attraverso  corsi di perfezionamento e di formazione orchestrali con importanti musicisti tra cui Dorin Marc, Libero Lanzilotta, Victor Liberman, Donato Renzetti.
Intensa è la sua attività concertistica con formazioni cameristiche e sinfoniche, sia in Italia che all’estero. La sua versatilità, l’esperienza, la formazione artistica e musicale gli hanno consentito di esibirsi nei teatri e nelle sale più prestigiose di città come Toronto, Montreal, Windsor, Ottawa, Hamilton, Niagara (Canada), Barcellona, Madrid, Cordoba, Paesi Baschi, Berlino, Baden Baden, Willinghen, Stoccarda e con artisti di rilevanza internazionale tra cui Mischa Maisky, Florian Zwiauer, Rocco Filippini, Carlo Romano, i Fiati del Teatro alla Scala di Milano.
Ha partecipato ad importanti Festival teatrali collaborando con artisti del panorama nazionale e internazionale tra cui Alda Merini, Lina Wertmüller, Susanna Rigacci, Stefano Belisari, Laura Escalada Piazzolla, Horacio Ferrer. Pur restando profondamente legato al proprio percorso classico, nel corso degli anni, avverte l’esigenza di scoprire nuovi linguaggi e nuovi generi musicali appassionandosi alla musica etnica, latina e jazz che perfeziona partecipando a diversi seminari tra cui l’ “International Workshop” presso il Columbia College di Chicago diretta dal M° Bill Russo e conseguendo il Diploma in musica jazz e la laurea di 2° livello presso il Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso con il massimo dei voti.
Si è esibito in numerosi concerti, rassegne e festival internazionali tra i quali l’edizione del XXXI Festival Internazionale “Pescara Jazz 2003”, Toscana Jazz 2005, XXV Festival Internazionale “Jazz In’ Sardegna 2007” (Cagliari Jazz). Ha all’attivo master-class e incisioni di cd che spaziano dalla musica classica ai più diversi generi musicali.
L’esperienza didattica e la passione per lo strumento lo portano alla realizzazione di testi sullo studio per l’intonazione e la pronuncia jazzistica con la pubblicazione, nel 2019, dei primi volumi di “Double Bass Scales” Vol. 1°, Vol. 2° e di “Basic Jazz” Vol. 1°, Vol. 2° che costituiscono una vera e propria collana didattica oltre che ad altre pubblicazioni in qualità di coautore.
Nell’ottobre 2019 ha costituito il “Quintetto Maja”, una formazione che propone musica cameristica di cui è direttore. Questo nuovo percorso lo porta, il 2 luglio 2020, al conseguimento della terza laurea di 2° livello in musica da camera presso L’Istituto Statale Superiore di Studi Musicali e Coreutici “G. Braga” di Teramo, dove attualmente è docente di contrabbasso.
Si esibisce in teatri nazionali e internazionali con una copia del “Gaetano Rossi (1847)” magistralmente realizzato dalla liuteria cremonese di Marco Nolli.